La migliore acqua minerale naturale d’Italia

pubblicato il 2 gennaio 2011 di Nicola Sprelli

Cerchi la migliore acqua minerale naturale d’Italia? Acqua minerali a confronto e l’elenco della migliore acqua minerale in bottiglia.

L’acqua minerale naturale, prima di classificarsi come liscia o addizionata di anidride carbonica, si distingue in base alla sua ricchezza di sali minerali. Appurato ciò la si può suddividere in quattro categorie ed è qui che occorrerebbe scegliere in base ai gusti e alle proprie esigenze. Per non inquinare ItaliaSquisita consiglia vivamente di scegliere l’acqua minerale imbottigliata il più vicino possibile al luogo d’abitazione, e l’acqua minerale in bottiglia di vetro, più comodo e riciclabile della plastica. Vediamo le acqua minerali a confronto, rispetto al loro residuo fisso e alla loro bontà organolettica. Acqua “minimamente mineralizzata” con residuo secco (valore riportato sull’etichetta) inferiore a 50 mg/l. Si tratta di acque “molli”, con scarsa presenza di sali. Se ne possono bere in quantità sia perché non hanno controindicazioni, sia perché sono insapori, e pertanto gradite in ogni occasione. Tra le più quotate c’è l’acqua Surgiva del gruppo Lunelli. Acqua “oligominerale o leggermente mineralizzata”, ossia contenente un residuo secco compreso tra 50 e 500 mg/l di sali minerali. Anche queste acque, al gusto piacevolmente leggere, possono essere bevute in quantità, in quanto l’apporto salino che garantiscono è modesto. Tra queste le consigliate sono Goccia di Carnia, Norda, Levissima e Vera. L’acqua “minerale” naturale ha un residuo fisso secco compreso tra 500 e 1500 mg/l. Si tratta di acque che forniscono un sensibile apporto di minerali. Pertanto, per un utilizzo quotidiano, conviene scegliere quelle con un residuo secco non superiore a 1000 mg/l per evitare apporti eccessivi di sali nella dieta. La ricchezza di minerali spesso influenza il gusto dell’acqua che può rivelarsi ora salina, ora acidula. Conviene pertanto bere alternando acque con differenti caratteristiche: Kaiser Wasser, Sangemini e Gaudianello sono di alta qualità. L’acqua “ricca di sali minerali” ha un residuo salino superiore a 1500 mg/l ed è in genere, ma non necessariamente, curativa. In ogni caso, data la ricchezza salina, vanno bevute in contenute quantità. Molto apprezzata la Tettuccio. Sempre parlando di acqua minerali a confronto, per quanto riguarda le acque “minerali” naturalmente frizzanti vanno segnalate Uliveto, Ferrarelle, Bracca, Balda e Plose. Le acque frizzanti perché addizionate di anidride carbonica in genere non valgono la versione originale, ossia quella che si estrae dalla fonte. Pertanto, in questi casi, vanno preferite le acque non addizionate. Info su tutte le etichette di acqua minerali italiane: www.acquaminerale.it

Tags: , , , ,